mercoledì 23 gennaio 2013

una di quelle sere

che rientri stanca, praticamente piatta. Una di quelle sere che vorresti arrivare a casa e trovare tutto pronto.  Una di quelle sere che oltre alla stanchezza hai anche una fame nera, ma il pensiero di metterti in cucina ti fa sentire tutta la pesantezza delle spalle. Una di quelle sere in cui, quasi per inerzia, apri il frigorifero e, ferma in osservazione del suo contenuto, cerchi gli ingredienti per mettere insieme qualcosa da mangiare  che non ti impegni troppo..
dunque vediamo cosa passa il convento....affettato no, non ne ho voglia....uova? Nemmeno, anche se farei felice mio marito.....bistecca?....Uffi!.. Pastasciutta allora, fa una voce speranzosa dall'altra stanza...
rifletto,  tentata...e poi apro il cassetto della verdura.....ah ecco, avevo comprato il radicchio tardivo per grigliarlo e giace ancora lì, fiducioso.
Un momento! Avevo i calamari da qualche parte...ravanando li trovo, apro il pacchetto, un rapido controllo con annusata, bene... sono ok...
mentre annuso mi balena una idea...in testa ho già i sapori, e allora via..veloce metto la bistecchiera di ghisa sul fuoco e la lascio arroventare.....




Scottata di calamari con radicchio tardivo e arancia




per due persone

6 calamari medi
2 arance tarocco
2 cespi di radicchio trevisano tardivo
olio e.v.
sale, pepe bianco
succo d'arancia




pulire i calamari, eliminare i tentacoli conservandoli per qualche altra preparazione. Si potranno congelare già puliti, senza lavarli però, e si potranno usare per qualche  zuppa, o nel fumetto.
Una volta eviscerati, eliminato il leggero osso, tagliarli da un lato ed aprirli appiattendoli bene, lavarli e asciugarli bene e  dividerli a metà.
Mondare il radicchio lasciando la parte della punta abbastanza lunga.
Pulire a vivo le arance,  tagliarle a rondelle e lasciarle in un piatto fondo dove rilasceranno un po' del loro succo.
Una volta pronti tutti gli ingredienti, iniziare a grigliare i calamari, pochim minuti per parte, si cuoceranno comunque in poco tempo. Meglio poi non prolungare la cottura altrimenti diventeranno gommosi e duri.
Tenderanno ad arricciarsi, ma una volta cotti, trasferiteli in un piatto liscio,  lasciateli ben divisi e dategli un colpetto con una spatola in modo che aderiscano al piatto, o a un tagliere, resteranno ben tesi.
A questo punto, mettere due o tre rondelle di arancia su ogni piatto  di servizio, appoggiare due metà di calamaro, aggiungere il radicchio, e ripetere con altri calamari, altre arance e altre foglie di radicchio.
Trasferire il succo rimasto delle arance in una ciotola, aggiungere l'olio, il sale e il pepe, sbattere con la forchetta per emulsionare il tutto e con un cucchiaio condire il tutto.


ecco fatto, che ce vo'?






9 commenti:

artemisia comina ha detto...

bello.

Chiara Natascha ha detto...

calamari, arancia e radicchio?

gusti che non avrei mai abbinato di mio, ma ragionandoci sopra hai fatto bingo!! si sposano sicuramente bene!! e brava "gallina vintage"

Pinella ha detto...

Ci vuoi tu.

Anonimo ha detto...

Una bontà nella sua semplicità.
Come si fà a non amare questa donna!!!!
Ciao bella Giuly :*
Manu/Pap

Cristina D. ha detto...

Sai cosa mi piace tanto di te cuoca Giuliana ? Che crei meraviglie dal nulla a prescindere da tutto. A prescindere dagli ingredienti che hai a disposizione e del tuo stato d'animo. Io se sono di malanimo neanche mi metto a fare un dolce perchè la riuscita finale ne risentirebbe alquanto (sperimentato tante volte). Ti vorrei nella mia cucina !

Clara pasticcia ha detto...

eh ma Giuliana che abbinamento pazzesco!!! Ma che buono, complimenti di cuore.

Conosco la descrizione che hai saputo metter giù così dettagliatamente e bene; hai ragione ed è vero che stranamente in quei momenti, la testa riesce a unire sapori e ingredienti in maniera magistrale. Tu hai creato un piatto perfetto! Insomma, mi piace un mondo questa ricetta.

Un abbraccio, Clara

Silvia C. ha detto...

Che ce vo'?
Credo che al primo quesito....affettati? avrei risposto siiiiiiii!
Certo che se quando sei alle strette cucini così, sappiamo bene quando sei ispirata cosa componi...
Sembra uno di quei piatti da grandi chef, si presenta benissimo.

Chiara Giglio ha detto...

...molto chic Giuli,da provare...Un bacione....

Carmine Volpe ha detto...

uan bella ricetta molto originale l'abbinamento radicchio e arancia